Trenta ettari di centenari alberi di Oliva Bosana per un olio pregiato con delicate note fruttate, un retrogusto di carciofo, cardo e mandorla, coltivazioni biologica di fave, carciofi, asparagi verdi, infine una lavorazione manuale del raccolto freschissimo, che passa direttamente dal campo al vasetto: ecco la ricetta dei Fratelli Pinna, che hanno saputo valorizzare in un ricco assortimento di sottoli il meglio dei sapori della loro regione. Per gli acquisti si va allo spaccio dell’azienda a scegliere, tra le golose proposte, le caratteristiche favette, che si abbinano con il formaggio, le creme di carciofi o asparagi verdi, ma anche il sugo di pecora, per un piatto di gnocchetti sardi da completare con una buona dose di pecorino stagionato.

Maria Vittoria Dalla Cia

Fonte: LA CUCINA ITALIANA n. 8 – 08-2007